25 aprile: la Festa della Libertà



La Festa della Libertà celebra la vittoria dei nostri partigiani, dei nostri combattenti sulle forze nazifasciste e la nascita di una Patria libera e indipendente. Valori e principi che ancora oggi ci rendono una nazione forte e liberale.

Quest’anno questa festa cade in un periodo particolare, in un momento triste per la nostra amata Nazione. Il nostro Paese sta attraversando un momento storico inaspettato, paragonato molte volte, a buona ragione, ad una guerra. Migliaia sono i morti che piangiamo ogni giorno. Siamo così chiamati ad affrontare un’emergenza sanitaria inaspettata e dai risvolti impensabili fino a pochi mesi fa.

Al governo ed in parlamento stiamo agendo con responsabilità, tenendo ben saldo l’obiettivo primario: salvaguardare tutti, soprattutto chi è più in difficoltà. Questo è il momento di essere uniti, sia in parlamento che dinanzi all’Europa, per far valere i nostri diritti, senza rancori, divisioni o rivalità territoriali.
L’Italia è una comunità solidale e indivisibile, ora più che mai dobbiamo essere memori dei sacrifici dei partigiani. Non esistono Nord e Sud e qualsiasi gap su aspetti economici, industriali, tassi di disoccupazione e molto altro, devono essere azzerati.

Siamo chiamati a lavorare incessantemente per questo. Lo dobbiamo ai morti e ai reduci di allora. Lo dobbiamo ai nostri figli. Lo dobbiamo ai fondatori dell’Italia e della nostra costituzione. Lo dobbiamo ad Alcide De Gasperi che presentò in Senato la legge 260 che istituì nel lontano 1949 questa festa. Lo dobbiamo agli italiani!

Dobbiamo essere i nuovi partigiani, chiamati a combattere e portare il nostro paese a liberarsi da questo male. Ne potremo uscire vittoriosi solo rimanendo uniti e responsabili, supereremo le enormi difficoltà economiche che verranno solo se avremo lo stesso spirito dei nostri padri e dei nostri nonni.

Oggi il mio pensiero va ai caduti ed ai superstiti di allora, ma in particolare alle vittime di questa emergenza e alle loro famiglie. W l’Italia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.