Fase 2 e Spettacolo



FASE 2: IL MONDO DELLO SPETTACOLO DAL VIVO HA BISOGNO DI RISPOSTE CERTE.

L’emergenza coronavirus ha comportato una crisi mai vista per il mondo dello spettacolo dal vivo. La chiusura dei teatri e l’annullamento degli spettacoli hanno creato una situazione dai risvolti artistici, occupazionali e sociali gravissimi.

Abbiamo il dovere di prestare ascolto al grido di dolore del mondo della cultura e fornire per quanto possibile risposte certe sulla ripartenza. Fermo restando che la priorità in questa fase e in quelle successive resta quella di tutelare la salute pubblica, chiediamo al ministro per i beni e le attività culturali il massimo impegno per far sì che si possa tornare, in piena sicurezza, a svolgere attività artistica all’aperto.

Ovviamente questo dovrà avvenire con tutte le precauzioni del caso e garantendo il distanziamento sociale. Ma è necessario dare un orizzonte temporale a tutto il comparto della cultura. Accanto a questo è necessario che il ministro Franceschini assicuri le risorse necessarie alle istituzioni artistiche per affrontare questo periodo di transizione e superare la gravissima crisi in atto.

Abbiamo chiesto al ministro un incontro al più presto, per portare le istanze che il mondo dello spettacolo dal vivo ha espresso anche con una petizione on-line e per conoscere nel dettaglio le misure che nel decreto Aprile saranno previste per il mondo della cultura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.