Cassa Integrazione in Deroga: il punto delle Regioni



La verità sull’erogazione della cassa integrazione in deroga è semplice: fino a quando le Regioni non attiveranno le procedure di raccolta delle domande, per poi inviarle all’Inps, i lavoratori resteranno in attesa.

Ma perché allora non lo stanno facendo?

Questo bisognerebbe chiederlo a Matteo Salvini che in tv, senza alcun contraddittorio, attacca l’istituto e il Governo per la mancata erogazione, ovviamente senza preoccuparsi di dire le cose come stanno.

Visto che da sempre il leader della Lega ripete che loro sono quelli del “buon governo”, dovrebbe spiegarci perché in alcune Regioni guidate dal Centrodestra le domande per la Cig in deroga sono arrivate in grave ritardo e in qualche caso non sono arrivate affatto.

Dai dati infatti, si vede che la Lombardia, come anche l’Abruzzo, sono molto indietro con i decreti di attivazione della cassa in deroga, Sardegna e Sicilia sono addirittura non pervenute.

Ovvio che se le Regioni non mandano i dati a Inps, l’istituto non può pagare.
Per chi volesse ulteriori informazioni, da ieri INPS ha aperto una pagina sul suo sito per dare aggiornamenti sulle erogazioni: https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=53629.

Sarebbe però opportuno smetterla di prendere in giro i cittadini e iniziare a dare informazioni corrette, soprattutto in un periodo come questo, nel quale ci sono tantissime famiglie in sofferenza che attendono di sapere come e con quali strumenti affrontare le difficili sfide quotidiane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.