Nel DL Rilancio bonus per l’edilizia, sanificazioni, affitti e mobilità



Nel nuovo Decreto Legge, ribattezzato “Rilancio”, approvato nei giorni scorsi dal Governo, introduciamo tra le tante misure, una serie di bonus utili a fare ripartire il nostro Paese dopo l’emergenza sanitaria.

-Superbonus per gli interventi di efficientamento energetico e adeguamento antisismico degli edifici. Si tratta di un credito di imposta pari al 110% delle spese sostenute. Il beneficio viene riconosciuto se comporta un miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio ed è esteso anche alle seconde case, se rientrano nel condominio. La sua validità copre lavori realizzati tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2021. Si potrà usufruire del bonus fiscale in 5 rate di pari importo ed è prevista la possibilità di cedere il credito maturato alle banche o di chiedere lo sconto in fattura all’impresa che realizza i lavori. L’Ance, ha stimato in 6 miliardi l’ammontare dei nuovi lavori previsti con questa misura, con ricadute positive per l’economia stimate in 21 miliardi e con un potenziale di nuovi 100 mila posti di lavoro. La misura costerà 7 miliardi fino a l 2023

-Confermiamo e potenziamo il bonus affitti introdotto nel dl Cura Italia, estendendolo a tutti gli immobili a uso non abitativo, laddove nel dl Cura Italia era limitato solo a botteghe e negozi. Inoltre il bonus diventa trimestrale, utilizzabile in compensazione o cedibile al proprietario dell’immobile, anche a fronte di uno sconto sul canone dovuto. Si tratta di un credito d’imposta del 60% del valore dell’affitto pagato. Lo estendiamo quindi anche a imprese, autonomi e professionisti a patto che il beneficiario abbia un fatturato inferiore ai 5 milioni di euro e abbia subìto un calo del 50% del fatturato (ma le strutture alberghiere potranno beneficiarne a prescindere dai volumi di fatturato dell’anno precedente). Il valore del bonus affitti è stimato in 1,4 miliardi di euro.

-Confermiamo il bonus sanificazioni per commercianti, professionisti ed enti del terzo settore. La misura consiste in un credito d’imposta pari al 60% delle spese sostenute per la sanificazione degli ambienti, fino a un massimo di 60 mila euro

-Introduciamo un bonus mobilità fino a 500 euro per l’acquisto di biciclette tradizionali ed elettriche e di altri mezzi come monopattini, hoverboard, segway e monowheel. Il bonus consiste nella copertura del 60% delle spese sostenute, entro appunto un limite massimo di 500 euro. Lo stanziamento è di 150 milioni. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.