Boom di Richieste per il Reddito di Cittadinanza



Quasi due milioni e mezzo di persone, grazie al Reddito di Cittadinanza, una misura di civiltà voluta dal Movimento 5 stelle, possono contare su entrate certe in un momento assai drammatico per il Paese.

È ormai chiaro a tutti che senza il Reddito di cittadinanza il peso dell’emergenza economica avrebbe avuto ricadute assai più pesanti mettendo a rischio la tenuta sociale del Paese.

Sono infatti oltre 142mila i nuclei che hanno presentato domanda per il reddito o la pensione di cittadinanza nei mesi di febbraio e marzo 2020. Circa il 9% in più di richiedenti registrati a fine gennaio. Un incremento marcato rispetto al trend dei mesi precedenti che diventa un primo indice di ampliamento della popolazione in condizioni di povertà.

L’impennata emerge dai dati dell’ultimo osservatorio Inps aggiornati all’8 aprile: nei due mesi appena trascorsi (+8,5%) la platea dei richiedenti è salita a 1,8 milioni di famiglie. I nuclei beneficiari, invece, sono passati da 1,119 milioni agli attuali 1,28 milioni, con un balzo del 10 per cento.

L’aumento, seppur calcolato su due mesi a causa dello stop dell’osservatorio Inps (non pubblicato a marzo per la chiusura degli uffici durante l’emergenza coronavirus), è netto se si guarda ai mesi precedenti: a gennaio i richiedenti erano aumentati solo del 2,2%, a dicembre dell’1,2% e a novembre del 2,7 per cento.

Nessuno deve rimanere indietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.