Sanità Campana da commissariare



???????? ????? ?? ????? ?? ??????????: ?? ??????’ ????? ??????? ???????? ?? ?????????????, ??? ?? ????. ?? ???????! Le immagini dell’uomo ritrovato morto nei bagni del Pronto Soccorso dell’Ospedale Cardarelli di Napoli hanno sconvolto tutti. Il paziente, con probabile infezione da Covid-19, era ricoverato nella più grande azienda ospedaliera della Campania e del Sud Italia. Questo è un segnale che deve far percepire la gravità della situazione epidemiologica che vive la Campania in questo momento di emergenza. Volendo guardare oltre i numeri e le statistiche la realtà quotidiana racconta di ambulanze del 118 con a bordo malati in fila dinanzi agli ospedali. La realtà e la cronaca ci dicono che ci sono pazienti costretti a stare in fila nelle loro auto in attesa di accedere al pronto soccorso. La realtà ci dice anche che i nosocomi sono pieni e il personale sanitario è sempre più oberato di lavoro e sotto stress. Ben vengano gli ispettori inviati dal Ministero della Salute per fare chiarezza. Mi auguro che al più presto si adottino tutti i provvedimenti necessari a tutela della salute dei cittadini della nostra regione e che gli ospedali campani tornino ad essere luoghi di cura adeguati e non, come purtroppo spesso avviene da decenni, teatri di disservizi e malasanità. Abbiamo nel comparto sanitario ottime risorse umane, professionisti stimati e medici di prim’ordine che vanno messi in condizione di lavorare al meglio e come meritano. La sanità campana va ricommissariata e certo non nelle mani di De Luca, il cui fallimento nella gestione della pandemia è sotto gli occhi di tutti. Scene come quelle di ieri o come quelle del passato devono essere solo un triste e lontano ricordo. Il nostro Governo ha il dovere di intervenire per assicurare ai cittadini un’assistenza sanitaria come garantito dall’articolo 32 della costituzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.