Decreto Liquidità: credito per le imprese



Ieri il Governo ha approvato in Consiglio dei Ministri un intervento poderoso che mobiliterà fino a 400 miliardi di credito per le imprese, aggiuntivi rispetto ai 350 miliardi del Cura Italia.

Un’operazione complessiva da 750 miliardi con la quale puntiamo a rilanciare il sistema produttivo italiano.

Ecco i punti fondamentali del Decreto Liquidità:

INTERVENTI PER LE IMPRESE

– garanzia al 100% per i prestiti fino a 25.000 euro, senza alcuna valutazione del merito di credito. In questo caso le banche potranno erogare i prestiti senza attendere il via libera del Fondo di Garanzia;

– garanzia fino al 100% (di cui 90% Stato e 10% Confidi) per i prestiti fino a 800.000 euro, senza valutazione andamentale;

– garanzia al 90% per i prestiti fino a 5 milioni di euro senza valutazione andamentale

STOP TASSE

– Sospendiamo i pagamenti fiscali, i contributi e le ritenute anche per i mesi di aprile e maggio

SOSPESI TUTTI I PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

– Proroghiamo fino al 15 maggio il blocco di tutti i procedimenti amministrativi

GOLDEN POWER

Lo Stato potrà bloccare eventuali operazioni di acquisizione di aziende che sono espressione dell’interesse nazionale. La norma è valida per un ventaglio più ampio di settori rispetto a prima, dall’agroalimentare a quello sanitario. Ha un ambito di applicazione anche a livello europeo, proteggendoci da scalate ai danni del nostro patrimonio produttivo e industriale. Ed è estesa anche alle piccole e medie imprese strategiche per lo sviluppo del sistema-Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.