Emergenza Coronavirus: il parlamento faccia la sua parte



La settimana scorsa abbiamo donato 3 milioni di euro alla Protezione Civile per acquistare materiale sanitario e attrezzature che servono oggi al nostro Paese. Ho letto di iniziative simili fatte da qualche gruppo politico, iniziative estemporanee, come destinare una parte del proprio stipendio per iniziative benefiche. Forse è il momento che come parlamentari facciamo un’iniziativa forte, unica, coordinata, che dia il segno di vicinanza verso i cittadini che oggi sono chiamati a fare dei sacrifici enormi.

Nei prossimi giorni proporremo agli Uffici di Presidenza di Camera e Senato di deliberare il dimezzamento dello stipendio dei parlamentari, destinando il risparmio ottenuto a iniziative dirette ai cittadini per superare questo periodo di emergenza. Non servono leggi, non servono decreti, non è una fake news come quella che avete visto girare nei giorni scorsi. Basta una delibera degli Uffici di Presidenza.

Poche ore di seduta e avremo ottenuto un risparmio di 60 milioni di euro l’anno. Un risparmio che sicuramente non risolve i problemi di questo Paese. È una piccola parte, sono tanti i miliardi che servono, è chiaro. Ma è un piccolo ed importante segnale, un segno di vicinanza tra cittadini e Istituzioni.

Nessuno deve rimanere indietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.