No ai privilegi della casta



La casta non si smentisce mai, ma noi faremo di tutto per fermarli!

L’abolizione dei vitalizi per gli ex politici per noi è sempre stata una questione di giustizia sociale.
Il Movimento 5 Stelle si è battuto a lungo per cancellare quegli assurdi privilegi di cui godeva un ristretto gruppo di fortunati e alla fine è riuscito a mantenere la promessa fatta ai cittadini.

Un segnale di civiltà su cui non abbiamo intenzione di arretrare di un millimetro.

Alla luce dei fatti quindi, è ancora più preoccupante ciò che sta avvenendo oggi nei palazzi.
Più di 700 ex senatori hanno fatto ricorso contro il taglio dei vitalizi, chiedendo di riavere indietro l’odioso privilegio che la vecchia politica si è auto attribuita.
Ma la cosa ancor più grave è che da quanto emerge sembra esserci una sentenza in parte già scritta a favore dei percettori di vitalizio.

Una sentenza emessa a spese dei cittadini, perché per riportare in vita il vitalizio si attinge alle casse dello Stato. Gli italiani non vanno presi in giro.

Chiediamo che si riparta da zero e che nella Commissione Contenziosa del Senato siano nominati senatori eletti a partire dal 2013, perché loro, a differenza dei predecessori, non hanno diritto al vitalizio ma ad un trattamento contributivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.