Approvato il Decreto Intercettazioni



Con l’approvazione in Senato del Decreto intercettazioni, abbiamo fatto l’ennesimo passo in avanti nel campo della giustizia. Questo decreto è un provvedimento molto importante, di cui, come MoVimento 5 Stelle siamo molto soddisfatti. Confermiamo la piena fiducia al nostro ministro Alfonso Bonafede per il grandissimo lavoro che ha svolto, per la sua determinazione e il suo coraggio nell’affrontare tematiche scottanti, che nessuno prima di lui ha voluto risolvere.

Con questo decreto rafforziamo le intercettazioni, uno strumento fondamentale per le inchieste della magistratura. Parliamo di un mezzo con cui scoprire reati gravi, comportamenti particolarmente dannosi per la vita di tutti noi.

Il decreto intende chiudere una stagione di ripetuti interventi sulla materia e trova una sintesi equilibrata tra: l’esigenza di perseguire con efficacia reati gravi e il diritto alla privacy rispetto a fatti non rilevanti dal punto di vista penale o addirittura appartenenti esclusivamente alla sfera privata:

-Manteniamo tutte le garanzie costituzionali e scongiuriamo qualsiasi bavaglio alla libera informazione.

-Con l’estensione dell’uso dei trojan (captatori informatici installati nei telefonini per effettuare intercettazioni ambientali) innoviamo lo strumento delle intercettazioni e la magistratura ha in mano una grande arma contro la corruzione.

-D’ora in poi sarà vietato pubblicare, anche solo in parte, tutte le intercettazioni non acquisite nel procedimento.

La nuova normativa entrerà in vigore dal 29 febbraio. Abbiamo previsto indicazioni chiare rispetto alle indagini tuttora in corso: per queste valgono le regole attualmente in vigore, le nuove si applicheranno a tutte le iscrizioni di notizia di reato successive al 29 febbraio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.