La Corte Costituzionale ci ha dato ragione



La Corte Costituzionale ci ha dato ragione sul taglio delle pensioni d’oro nel triennio 2019-2021 che avevamo introdotto nella legge di Bilancio 2019. Si tratta di un pronunciamento importante che conferma la giusta direzione che abbiamo intrapreso per una maggiore giustizia sociale.Secondo la Corte, la limitazione della rivalutazione degli importi (il cosiddetto raffreddamento della perequazione) è legittimo. La Corte si è pronunciata anche sul meccanismo del contributo di solidarietà, cioè un taglio percentuale delle pensioni sopra i 100mila euro, anche se ha precisato che bisogna limitarlo a 3 anni, quindi fino al 2021.Andiamo avanti sulla strada dell’equità sociale e il taglio delle pensioni d’oro è una nostra promessa storica che ci aiuta a raggiungere questo importante obiettivo etico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.