Sarno – Emergenza ambientale



EMERGENZA AMBIENTALE NELL’AREA PIP DI SARNO: IO NON CI STO, BISOGNA INTERVENIRE, VICINO CI SONO SCUOLE, ABITAZIONI E GLI ODORI MOLESTI AUMENTANO!

Sarno non può essere la discarica della Campania. Una situazione invivibile quella che si è venuta a creare nell’area Pip di Sarno. Tonnellate di rifiuti, centinaia di eco balle, provenienti da tutta la Campania, sono stoccate nell’area industriale di via Ingegno. La mia città purtroppo sta diventando la discarica della regione.

Le immagini che mi sono state inviate e gli appelli dei miei concittadini non possono vedermi indifferente. Questo è il futuro della città? Questo dei rifiuti è l’unico settore che registra ampliamenti, incrementi e nuovi insediamenti. No, io non ci sto. La Regione Campania non può continuare a rilasciare autorizzazioni e aumenti di materiale stoccabile. A poche decine di metri ci sono case, altri insediamenti produttivi, l’ospedale e le scuole.

Il trattamento dei rifiuti, spesso avviene fuori dalle norme, rilasciando esalazioni che creano disturbo e danni alla salute dei cittadini. I controlli dove sono? L’amministrazione comunale perché non interviene? In passato mi sono recata personalnente al Noe per segnalare tutto ciò. Ci ritornerò sicuramente.

Questo è quello che la politica ha progettato per la nostra città? Un futuro senza alternative. Non si può rimanere inermi dinanzi alle immagini che testimoniano come tonnellate di spazzatura siano esposte all’intemperia e che emanano sostanze odorigene fastidiose e dannose alla salute.

A questo appello seguirà una dettagliata segnalazione in merito a tutti gli enti preposti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.