Novità per il reddito di cittadinanza



Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del  DecretoCrescita ci sono due grosse novità, che estendono la platea dei beneficiari del RDC a tantissimi disoccupati.

Tra le cause per richiedere il reddito saranno annoverate le seguenti condizioni:

▪️se uno dei componenti perde il lavoro;
▪️se uno dei componenti della famiglia perde un trattamento assistenziale, previdenziale o indennitario esente da IRPEF;
▪️se c’è una riduzione del reddito del 25%

La seconda novità riguarda il calcolo dell’ISEE, per il quale dal 1 gennaio si introduce la doppia opzione di calcolo.
Il Decreto crescita ha modificato il comma 4 dell’art. 10 del Decreto Legislativo 147/2017 secondo cui il calcolo dell’ISEE doveva essere effettuato tenendo conto di patrimoni e redditi del secondo anno precedente.

In pratica, se avevi lavorato nel 2017, ma eri disoccupato nel 2018, l’ISEE 2019 si calcolava in base al 2017.
Dal 2020 invece si considera anche l’OPZIONE ANNO PRECEDENTE, se più utile, e quindi moltissimi disoccupati potranno fare domanda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.