Il futuro è lo sviluppo sostenibile



Un passo importante che abbiamo fatto da quando siamo al Governo è lo stop alle Trivelle, che non vuol dire meno sviluppo, ma uno sviluppo diverso che crea più occupazione.

Vogliamo superare lo sfruttamento delle fonti fossili che causano danni all’ambiente e accelerano il processo del cambiamento climatico. Ecco perché vogliamo investire nelle energie pulite, nell’economia circolare e nell’efficientamento energetico che creano tantissimi posti di lavoro: lo dimostrano i fatti!

Stiamo muovendo passi avanti importanti nella transizione energetica del Paese. Abbiamo già bloccato 8 pozzi di petrolio nel canale di Sicilia e sospeso più di 150 permessi di ricerca e prospezione di idrocarburi.

Tra l’altro, abbiamo aumentato di 25 volte i canoni per tutte le multinazionali del petrolio. Un risultato storico, che determina un aumento dei canoni di concessione di oltre 1000 euro al kmq: prima si pagava un canone irrisorio di 57 euro al kmq. Adesso 1481 euro al kmq.
Bisogna avere il coraggio di dire la verità e di cambiare. Il nostro paradigma di sviluppo è sostenibile e proiettato al futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.