Puntiamo sui piccoli comuni



Ho depositato in commissione Ambiente al Senato alcuni emendamenti e ordini del giorno al Testo unico sulla rigenerazione urbana, il ddl 1131, su cui la 13a Commissione del Senato è al lavoro da quasi 2 anni.Durante l’iter parlamentare sono stati accorpati vari disegni di legge (6), tra cui anche uno a mia prima firma sui piccoli comuni, per un esame congiunto. Poi si è arrivati alla definizione di un testo “base”, che prevede, in estrema sintesi, l’istituzione di piani urbani, a livello comunale, per la rigenerazione urbana, che possono comprendere lotti, interi isolati, complessi edilizi ed anche singoli immobili, con il concreto coinvolgimento dei cittadini interessati e delle comunità locali.Sono anche previsti, tra le altre misure inserite nel testo, incentivi fiscali ad hoc per le piccole e medie imprese in aree urbane periferiche o degradate e per la riconversione agricola del suolo edificato fuori dai centri abitati.Per quanto riguarda le mie proposte ho predisposto un ordine del giorno per impegnare il Governo, in attuazione della legge 158 del 2017, a predisporre al più presto il Piano nazionale per la riqualificazione dei piccoli comuni. E sempre per i piccoli comuni ho depositato un emendamento specifico con lo scopo di stabilire incentivi finalizzati all’investimento in start-up innovative e in progetti innovativi per la riqualificazione del patrimonio pubblico o privato.Altri due miei emendamenti, infine, riguardano l’inserimento di norme per i vincoli paesaggistici automatici per i siti UNESCO e per una maggior tutela delle alberature storiche.

L’Alternativa c’è

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.