?? ???’???????????? ?? ??? ????? ??????? ?? ??????? ????’???? ??? ?? ?????



Il decreto dirigenziale n. 191 della Regione Campania dà un primo via libera al possibile insediamento di un’altra azienda che opera nel settore rifiuti nell’area Pip di Sarno. Tutto ciò è inammissibile. La città di Sarno ha già enormi cricità ambientali e la salute dei cittadini viene prima di tutto. A Sarno, da anni, la proliferazione di aziende che che si occupano di smaltimento dei rifiuti sta creando numerosi disagi, troppi, è il momento di dire basta. Le continue ubicazioni di queste aziende nell’area Pip, e i pochi controlli degli enti chiamati a tutelare i diritti dei cittadini, stanno creando situazioni insostenibili, Sarno non può essere la discarica della Campania, con rifiuti che provengono da tutta la regione stoccati a via Ingegno. La RegioneCampania non può continuare a rilasciare autorizzazioni in questo settore, la nostra città non può essere ostaggio a livello ambientale di un Pip nel quale abbondano aziende che trattano rifiuti, tutto a poche decine di metri da civili abitazioni, scuole ed un ospedale. Tutto ciò va fermato. Chiederò un incontro con l’amministrazione comunale, che già si è mossa in passato in tal senso, per sollecitare un diniego netto a qualsiasi altro insediamento in città di aziende che si occupano di gestione e trattamento dei rifiuti. Inoltre intraprenderò personalmente ogni strada giuridica e politica per evitare ciò. Nel frattempo appurata che la competenza è regionale, chiederò anche ai portavoce regionali del Movimento Cinque Stelle di intervenire immediatamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.