Le misure per il rilancio del Paese



Il Movimento 5 Stelle è costantemente impegnato a fronteggiare le conseguenze che la diffusione del Coronavirus minaccia di produrre sulle nostre aziende. Una cosa deve essere chiara: stiamo già facendo e faremo tutto il possibile per restare al fianco delle imprese in questa situazione delicata. Di più, intendiamo portare avanti una corposa serie di misure grazie alle quali i nostri imprenditori potranno sviluppare le loro eccellenze.

L’Italia sta facendo la sua parte. Ma i tempi impongono una corale e massiccia risposta europea. Non dobbiamo dimenticare che già prima della diffusione del virus i dati sulla produzione industriale mostravano un’Eurozona come minimo in debito dell’ossigeno. A maggior ragione questo è il momento di allentare quanto più possibile i vincoli di bilancio per dare una risposta immediata e drastica.

Ci aspettiamo che Bruxelles faccia ciò che i nuovi vertici della Commissione avevano promesso di fare ben prima che si verificasse questa situazione.
L’Italia sta già facendo la sua parte e il MoVimento 5 Stelle propone un pacchetto di misure a favore dei nostri imprenditori che oggi portiamo all’attenzione della maggioranza e del Paese:

Tutela della salute dei cittadini

Incremento delle assunzioni personale sanitario
Costruzione ospedali ed aumento posti-letto
Stabilizzazione ricercatori
Imprese e lavoratori

Potenziamento transizione 4.0 ed istituzione fondo salvaguardia imprese in crisi
Eco-bonus 120% (100% sconto in fattura a committente e 120% detrazioni per impresa)
Misure incentivanti per imprese che rientrano dall’estero (reshoring)
Indennizzo con credito d’imposta per tutti i settori con perdite di fatturato
Potenziamento politiche mobilità elettrica (fondo rottamazione, re-powering, bonus auto elettriche, etc.)
Misure urgenti di cassa integrazione in deroga e ammortizzatori sociali speciali
Sostegno al mondo dello spettacolo e cinematografia – fondo cinema e contributi straordinari
Esonero contributivo per mantenere i livelli occupazionali dei settori in crisi
Voucher per riprogrammare i viaggi
Rimborso una tantum di 500 euro al mese per professionisti e autonomi
Sconto nella restituzione ritenute e contributi sospeso per i settori più colpiti in tutta Italia
Italia “veloce” – sblocco cantieri, semplificazione ed innovazione

Legge speciale per velocizzare risorse e sbloccare opere
Affidamenti diretti su “piccole opere” e servizi connessi anche attraverso utilizzo di FSC non ancora spesi
Commissione speciale VIA per la Green Economy
Liberalizzazione per l’installazione di colonnine elettriche
Pacchetto norme sblocco telecomunicazioni (semplificazioni iter autorizzativi per installazione impianti mobili, istanza unica, occupazione di sedime ferroviario e demanio pubblico)
Piattaforma unica “smart-working”
Piano straordinario di digitalizzazione PA (kit cittadinanza digitale)
“Scuola digitale”
Didattica a distanza: garantire il servizio pubblico essenziale ai nostri studenti
Italia nel mondo

Progetto “mille fiere”
Incremento 700 MLN€ per il sostegno alle fiere
Istituzione “market-place” per il “Made in Italy”
Istituzione e sostegno del “free-zone”
Potenziamento controllo merci doganali per contrasto frodi
Finanza

Progetto euro-bond a garanzia delle infrastrutture
Estensione per le BCC di aderire ad un sistema di tutela istituzionale
Trasformazione die gruppi bancari cooperavi in sistemi di tutela istituzionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.